• Impostare i permessi di file e cartelle nei backup con rsync da sistemi Windows verso Linux

    RSync č un programma molto versatile, ma anche molto difficile da usare, quando si tratta di copiare file remoti sul proprio PC con parametri personalizzati. Uno dei problemi ricorrenti con rsync č la rimozione dei permessi di esecuzione dai file provenienti dai server Windows, che l'hanno impostato per valore predefinito, e quindi il backup, se attivo su macchine Linux, risulta interamente "eseguibile". Non proprio un vantaggio.

    Queste sono le opzioni da aggiungere, per i seguenti risultati:
    • -p --chmod=Du=rwx,Dgo=rx,Fu=rw,Fgo=r: imposta i permessi delle cartelle a chmod 755 e dei file a chmod 644 (consigliato per tutte le occasioni)
    • -p --chmod=Dugo=rwx,Fugo=rw: imposta i permessi delle cartelle a chmod 777 e dei file a chmod 666 (ideale nei sistemi in cui tutti gli utenti possono pasticciare con i backup a proprio piacere)

    Note: senza l'aggiunta dell'opzione "-p" non succede nulla; ogni cambiamento dei permessi nella stringa aggiorna i permessi di tutti i file a destinazione, ma non effettua il download, se i file non sono cambiati; nonostante sia indicato nel manuale l'utilizzo ottale dei permessi, non funzionano.